Ma le vitamine, ci sono nel latte?

Il latte e le sue vitamine

Ben ritrovati nel nostro blog con il nostro appuntamento domenicale!

Prima di iniziare, voglio farvi una piccola premessa.Le vitamine del latte aiutano il nostro organismo a rimanere in forma!
Le vitamine nel latte ci sono, ma ricordatevi che molte sono sensibili al calore: la pastorizzazione infatti tende ad abbassare il contenuto di molti composti importanti all’interno del latte. Per questo motivo tutte le informazioni inserite in questo articolo, verrano basate sul latte crudo e non su un prodotto trattato termicamente.

 

Detto ciò: le vitamine principali presenti nel latte sono cinque: A, E, B2, B9 e B12.
Vediamole attentamente una per volta!

Vitamina E

La concentrazione di questo composto nel latte è di circa 0,6 mg/L, ma può essere aumentata anche di 3 o 4 volte con una determinata alimentazione.
Il quantitativo necessario al nostro organismo è pari a 15 mg/giorno. Nel latte la forma principale di questa vitamina è l’alfa-tocoferolo.
Il latte non si presenta come un grandissimo apportatore di tale elemento, ma grazie al suo contenuto lipidico, favorisce l’assorbimento di tale composto.
Buoni apporti di questa vitamina diminuiscono il rischio di cancro e stimola l’efficienza del linfociti T, indispensabili per il Sistema immunitario.

Vitamina A

Il latte ne è una buona fonte: contiene 280 ug/L (microgrammi/Litro) di Retinolo ove la dose giornaliera suggerita è pari a 700-900 ug/giorno.
Essa ha un ruolo importante per la vista, la crescita, la riproduzione e per la normale immunità cellulare. Inoltre è epitelioprotettrice: supporta una buona condizione della pelle in generale, permette un corretto sviluppo cerebrale del feto oltre alla saluta di ossa e mucose.

Folati (o vit. B9)

Il latte contiene circa 50 ug/L di folati. L’apporto consigliato è di 400 mg/giorno. Molti scienziati I folati fanno parte delle vitamine fondamentali per il nostro corpo, ci aiutano più di quanto possiamo pensarecredono che la carenza di questa vitamina, sia una delle carenze più diffuse. Uno studio ha recentemente dimostrato come essi si associno, specialmente nelle donne, a ridotta incidenza di ipertensione arteriosa.
La loro biodisponibilità è variabile, l’assunzione di latte ne migliora in generale il loro assorbimento.

Riboflavina (o vit. B2)

Il nostro caro alimento (il latte, se ancora non si fosse capito) è una buona fonte di tale elemento: ne contiene 1,83 mg/L e il fabbisogno giornaliero nell’uomo è di 1,1 mg/giorno, mentre per la donna è di 1,3 mg/L. Questa molecola fa parte di importanti coenzimi, fondamentali per espletare al meglio la funzione mitocondriale (ossia produrre energia) e ha un ruolo importante nel facilitare gli effetti antiossidanti del Glutatione e nella riparazione del DNA.

Volete altro da una vitamina così “poco presente” nell’organismo?
Essa ha grande importanza anche per sostenere la funzione tiroidea!

Vitamina B12

Ultima, ma non meno importante, il latte ne contiene 4,4 ug/L e la razione giornaliera consigliata è di 2,4 mg/giorno.
Essa si trova solo nei composti animali e gioca un importante ruolo nel metabolismo del folati e dell’omocisteina (amminoacido) grazie alla sua capacità di trasportare gruppi chimici.
Una sua carenza può provocare anemia megaloblastica e alterazione della guaina mielinica neuronale.

 

Cos’altro aggiungere?
Siamo arrivati al quarto articolo sul latte, è passato già un mese dall’apertura del blog!
Il nostro obiettivo è di dare nuovamente credito al latte, un prodotto preso continuamente di mira, ma che non ha motivo di essere tale.

Se vuoi leggere anche gli altri nostri articoli, clicca qui.

E non dimenticatevi di visitare il nostri sito e di venire a trovarci!

Hai un’attività e vuoi sapere qualcosa di più sui nostri prodotto per acquistarli? Contattaci, saremo lieti di risponderti nel più breve tempo possibile!

 

Noi ci vediamo la settimana prossima, con un articolo leggermente diverso dal solito, ma di certo non meno importante.
Colgo l’occasione per augurare a tutti buon lavoro!

 

 

Fonte:Ivo Bianchi, Scienza e Natura Vol. 4 “Gli incredibili benifici del latte italiano di qualità”

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *